IRAN 4X4

IRAN
Viaggi fuoristrada 4x4
dal 04/08/2018
al 31/08/2018

2018-08-04-4X4-IRAN

Scheda tecnica

Durata
28 giorni - 27 notti
Difficoltà
Medio
Km totali
9.000 (da Igoumenitsa) di cui oltre 4.000 in Iran

Un viaggio nel cuore dell'Iran alla scoperta di un Paese misterioso e poco conosciuto, ma abituato a trasmettere forti emozioni.

Paese dalla storia antichissima, dalla religione complessa, dalle tradizioni radicate, dalla geografia sorprendente e dal patrimonio artistico, culturale e archeologico inestimabile.

SENZA CARNET OBBLIGATORIO

Abbiamo stipulato una convenzione che rende garante Desartica, per cui i partecipanti in auto NON avranno l'obbligo del "carnet de passage en douane" normalmente obbligatorio.

Sono previste varie opzioni di partecipazione:

  • partenza dall'Italia accompagnati dalle assistenze
  • due modalità di trasferimento libero con appuntamento a Istanbul o alla frontiera iraniana
  • stesse autonomie per il ritorno, che sarà libero dalla frontiera Iran/Turchia

Il viaggio dall’Italia comincerà, per chi lo vorrà, fin da Ancona, per prendere il traghetto per Igoumenitsa in Grecia. Oppure tutti assieme via terra, su comode autostrade, attraverso l'ex-Jugoslavia fino a Istanbul. Da qui verso la Turchia orientale, la Cappadociae vedremo di non farci mancare nulla!! 

Poi entreremo in Iran dove ci staremo 18 giorni, alla scoperta di paesaggi incredibili e sconosciuti.

Sappiamo bene che questo Paese può suscitare forti perplessità, i nostri media occidentali ci hanno abituato ad averne paura!

Tutti quelli che ci sono stati, e noi primi, ci riportano invece sicurezza, affabilità, gentilezza, accoglienza. Mettiamo da parte le storie politiche, e partiamo sereni verso le sue montagne, i suoi deserti di sabbia e la millenaria Storia da visitare (Isfahan, Persepoli ...).

E le statistiche lo danno come uno dei Paesi più sicuri al mondo per i turisti.

Non sarà un viaggio impostato sul fuoristrada duro, ma privilegeremo i luoghi più belli… senza dimenticare ovviamente la nostra vocazione alla trazione integrale!

Terremo anche conto delle temperature che saranno sicuramente elevate, ma che abbiamo visto in viaggi passati assolutamente sopportabili.

Come evidenziato sopra, siamo poi riusciti ad ottenere attraverso relazioni e accordi con il Ministero, la possibilità di entrare in Iran senza l’obbligo del carnet de passage. Sarà sostituito da una garanzia di gruppo che andremo a stipulare noi, in accordo con il corrispondente locale.

Infine, una nota sulle assistenze:

Oltre all'immancabile Unimog, avremo in Iran 2 veicoli 4x4 di guide locali. Un 4x4 locale sarà sempre di scopa al gruppo. Un altro veicolo sarà in apertura per facilitare le operazioni nelle stazioni di carburante e nei posti di blocco per snellire tutte le procedure al fine di limitare al massimo le perdite di tempo e goderci così il viaggio senza tropi intoppi.

ATTENZIONE!

Vista la particolarità del viaggio si rende necessario confermare la propria partecipazione come segue:

  • quanto prima dovrà essere inviata una e-mail con la manifestazione di interesse al viaggio, indicando il tipo di veicolo, quante persone e dove si prevede di aggregarsi al gruppo.
  • entro il 30 aprile 2018 dovranno essere inviati i dati definitivi che saranno richiesti e un acconto di € 500,00 a persona
  • le iscrizioni si chiuderanno al raggiungimento di un numero massimo di partecipanti e si terrà conto della data di prescrizione.

Le quote di partecipazione indicate nel programma non cambiano in relazione al punto di incontro con ogni singolo partecipante. Sono state infatti impostate sulla base dell’effettivo viaggio in IRAN. I due trasferimenti sono quindi considerati free, sia per quanto riguarda l’assistenza generale, sia per quanto riguarda i bivacchi.

Il programma dettagliato anche dei trasferimenti sarà comunicato in corso d’opera.

4 agosto: Ritrovo ad Ancona – traghetto per Igoumenitsa.

5 agosto: Igoumenitsa - Cena e pernottamento in camping

6/7/8/9 agosto: Attraverso Grecia e Turchia arriveremo al confine Turchia/Iran, ingresso da Bazargan – appuntamento con chi è venuto in maniera autonoma. Itinerario da comunicare. Cene e pernottamenti lungo il percorso saranno prevalentemente in campeggi o in strutture da selezionare.

10 agosto: Frontiera di Bazargan – Saint Thaddeus: passeremo la frontiera di Bazargan e dopo 80 km ci accamperemo nei pressi della Chiesa di St. Thaddeus, nota anche come Qara Kilisa o Chiesa Nera. È una delle più antiche chiese cristiane e ha un significato particolare per la comunità armena in Iran. Infatti, ogni anno si riuniscono nel mese di luglio per la festa di St. Thaddeus, apostolo cristiano che fu martirizzato qui. L’edificio originale era costituito da pietre bianche e nere e risale al 10°secolo dC. Faremo campo al sito di St. Thaddeus.

11 agosto: Campo St. Thaddeus – Campo a Takab: punteremo Takab via Tabriz, Miandoab e Shahin. Oggi guideremo lungo le principali strade asfaltate giusto per raggiungere le zone più a sud. Prima di arrivare al nostro campo serale avremo la possibilità di visitare l'importante sito sasanide di Takht-e-Soleiman, situato in una vasta e remota valle di montagna. Dai tempi del zoroastriano Magis, che custodiva il fuoco sacro di Azar Goshasp accanto al lago senza fondo, Takht-e-Soleiman (il Trono di Salomone) è rimasto un luogo intatto, sacro ed enigmatico. I muri di pietra massiccia e i resti delle trentotto torri di avvistamento, oltre ai resti dei palazzi, del tempio del fuoco e del tempio Anahita, sono parte di ciò che resta del complesso. Il cratere di Zendan-e-Soleiman (la Prigione di Salomone) si intravedrà in lontananza. Proseguiremo quindi ancora verso sud attraverso strade sterrate per raggiungere il nostro accampamento.

12 agosto: Takab – Kermanshah: proseguiremo sempre verso sud nella provincia curda, via Divandarreh e Shahin, oggi si raggiungeremo il bosco di querce verdi della catena montuosa Zagros. Grandi scenari di villaggi curdi e montagne accompagneranno lungo tortuose strade sterrate. Pernotteremo in hotel alla città di Kermanshah.

13 agosto: Kermanshah – Baznavid: la nostra meta serale sarà un accampamento nel cuore della foresta con alberi di quercia. Percorremmo ancora delle belle strade nella provincia di Lorestan. Il nome Lorestan significa "terra dei Lurs", e in senso più ampio è costituita da quella parte dell'Iran occidentale, coincidendo con la provincia di Ilam e si estende per circa 650 km su un asse nord-ovest a sud-est da Kermanshah a Fars, con una larghezza di 150-180 km. Il terreno è composto principalmente da montagne, con numerosi campi coltivati, parte della catena degli Zagros, in esecuzione nord-ovest a sud-est. La zona centrale ha molte vette che raggiungono quasi la linea delle nevi perpetue, salendo a 4000 metri ed oltre, ed alimenta le sorgenti dei fiumi più importanti dell'Iran, come il Zayandeh rud, Jarahi, Karun, Dix, Abi, Karkheh. Campo dopo il villaggio Baznavid.

14 agosto: Baznavid - Sabz Kooh Valley: passando per le regioni Luristan, ci lasceremo alle spalle la bella strada sterrata con i villaggi intorno. La gente dei villaggi indossano ancora i loro abiti tradizionali locali e vestiti. Guideremo verso Chelgard che è una città nel centro della regione Kuhrang, Chaharmahal e la provincia di Bakhtiari. I Lurs abitano le alture di Zard Kuh. Si dividono in due gruppi principali, il Haft Lang Lang e il Chahar, suddiviso a sua volta in diverse tribù e sotto-tribù o tayefeh. La maggior parte dei Bakhtiari parlano persiano o un dialetto Luri, anche se una parte della popolazione, concentrata nelle città e villaggi nel sud della provincia di Khuzestan, parlano arabo. Il loro abbigliamento, con i pantaloni straordinariamente ampi, cappello tondo e corta tunica, ricorda il periodo Arsasid , 200 aC - 280 dC. Il nostro campo sarà situato nella valle del Sabzkooh dove i nomadi della zona si stabilirono con le loro caratteristiche tende nere. Campo.

15 agosto: Sabz Kooh Valley - Persepolis: oggi arriveremo a Persepolis, passando da Yasuj e Saddeh, e passeremo anche nella zona dei Qashghai Nomads. Queste tribù di lingua turca dimorano tra le alte montagne della provincia di Fars. Tradizionalmente, svernano sui pascoli ai piedi del Zagros a sud e ad ovest di Shiraz, vicino al Golfo Persico, e si trasferiscono a nord verso le montagne in primavera. Il loro abito è quasi lo stesso di quello dei Bakhtiari, tranne per il cappello, che assomiglia alle acconciature napoleoniche. Visiteremo quindi Persepolis, uno dei siti più importanti del mondo antico, la capitale cerimoniale dei re Achemenidi, con resti dei palazzi di Dario il Grande, Serse e Artaserse, e i suoi famosi bassorilievi, raffiguranti i re e i cortigiani e i rappresentanti delle nazioni tributari dell'Impero persiano. Campo nei pressi del sito Persepolis.

16 agosto: Persepolis – Deserto: prenderemo in direzione Yazd e finalmente entreremo nel deserto. La nostra prima parte di strade sterrate passa attraverso splendide montagne per poi arrivare nel deserto centrale che ci attende con sabbia illimitata incontaminata ed il grande lago salato di Gav-Khooni. Ci accamperemo in un bel posto tra le dune

17 agosto: Yazd: in mattinata continueremo con i nostri fuoristrada lungo piste, tra la sabbia. Poi la pista si addentrerà tra le montagne prima di passare Taft e quindi Yazd. Nel pomeriggio avremo la possibilità di visitare alcuni monumenti nella magnifica città di Yazd.

18 agosto: Yazd - Dagh-e Kheir Abad: visiteremo oggi il luogo di pellegrinaggio zoroastriano di Pir-e-Sabz a Chack-Chack e di altri villaggi tradizionalmente zoroastriani, tra Ardakan, e Meibod una piccola città del deserto con alcuni monumenti molto interessanti tipici del deserto e il caravanserraglio Kharanagh. Proseguiremo lungo strade sterrate per raggiungere la zona di Dagh-e kheir Abad in mezzo a imponenti dune di sabbia. Campo!

19 agosto: Dagh -e kheir Abad - Mesr: attraverseremo il Dasht-e Kavir, noto anche come Kavir -e Namak o Grande Deserto Salato, che è un grande deserto che giace nel mezzo dell'altopiano iraniano. Si tratta di circa 800 chilometri di lunghezza e 320 km di larghezza…, sarà un peccato non farlo tutto…... Arriveremo al piccolo villaggio di Mesr, situato in mezzo alle dune a circa 43 km a est di di Jandaq, e 34 km a nord della Khur nella provincia di Isfahan, nel deserto centrale (Dasht-e Kavir) dell'Iran. Le colline di sabbia intorno al villaggio sono conosciute come “troni” in quanto i forti venti hanno appiattito la superficie formando forme particolari e attraenti. Takht-e Aroos e Takh - e- Abbasi sono tra le più famose colline piatte nella zona. Campo nelle dune di sabbia.

20 agosto: Mesr - Dagh-e Sorkh: oggi passeremo le cittadine di Choupanan e Anarak prima di arrivare ad altre strade sterrate a distanza che ci portano ancora una volta dentro al cuore di Dasht-e Kavir. Ci fermeremo in un terreno pianeggiante per il campo di questa sera da qualche parte est di Dagh-e Sorkh, una bella distesa di sale che si estende da nord-ovest a sud-est, nella zona est della città e Ardestan Zavarreh.

21 agosto: Dagh-e Sorkh – Isfahan: partenza per Isfahan dove pernotteremo in un caravanserraglio ristrutturato per essere utilizzato come magnifico hotel di lusso.

22 agosto: Isfahan: giornata libera per visitare la bellissima città di Isfahan, capitale del 17 ° secolo della Safavidi, indicato come NESF - e- Jahan (metà del mondo) nelle fonti safavide. Non ci perderemo la visita dei famosi ponti di Khajou & Sio - se-pol e della magnifica Moschea del venerdì, con la famosa Uljaitu mihrab (nicchia di preghiera) del periodo Khanid. La Moschea del venerdì è considerata un museo ed è una delle più grandi moschee del mondo. Poi il Chehel Sotun Palace, costruito da Shah Abbas II nel 17 ° secolo, che con le sue venti colonne di legno che riflettono nella superficie della piscina danno origine al suo nome “il Palazzo delle Quaranta Colonne”. Nel pomeriggio visiteremo poi una delle piazze più grandi del mondo, la Maidan - e- Naghsh - e- Jahan, con diversi siti (il palazzo Ali- Qapu con le sua incantevoli camere e balconi con vista sul Maidan , da dove il re safavide guardava le partite di polo, e due delle più grandi moschee del mondo islamico - Lotfollah e l'Imam [Shah] - con magnifica architettura e piastrelle, per finire con una visita al Bazar Qeisarieh con centinaia di negozi che espongono le arti e artigianato per i quali Isfahan è famosa nel mondo, pernottamento e cena in albergo.

23 agosto: Isfahan – Saveh: lasciando alle spalle la magnifica Isfahan, oggi raggiungeremo la catena montuosa Alborz. Lungo la rotta visiteremo il Caravanserrail di Mourchekhort, esempio eccezionale di un caravanserraglio di periferia del periodo safavide. Durante la dinastia safavide, che governarono la Persia alla fine del Medioevo Shah Abbas Safavi fece costruire 999 caravanserragli in tutto il suo impero. In questi luoghi protetti le carovane di cammelli che trasportavano la seta, la lana, le spezie e le altre merci potevano fermarsi per la notte ed essere sicuro dai banditi che si nascondevano lungo il percorso. Campo in montagna vicino alla città di Saveh.

24 agosto: Saveh - Mar Caspio: ripartiremo da Saveh per raggiungere i monti Alborz, che si estendono da nord e agiscono come una barriera contro le nuvole provenienti dal Mar Mediterraneo. Come risultato, una striscia di versanti settentrionali degli Alborz sono coperti di verde lussureggiante e foreste di latifoglie, completamente in contrasto con plateau centrale dell'Iran. Campo in riva al mare, sul Mar Caspio.

25 agosto: Mar Caspio – lago di Neor: l'ambiente cambierà completamente rispetto alla lussureggiante foresta di latifoglie. Dopo aver superato Lahijan e Rasht città, lungo il percorso si potrà visitare il villaggio tradizionale di Masuleh, uno dei più antichi villaggi abitati in Iran, considerato un sito del patrimonio nazionale da parte iraniana. Molto caratteristici i suoi camminamenti stretti e pittoreschi negozi che vendono artigianato locale. Masule e Khalkhal per poi entrare negli sterrati dei Monti Tavalesh. Infine, ci accamperemo nei pressi del magnifico lago montano di Neor situato ad un'altitudine di 2500 metri. Stanotte dormiremo al fresco!

26 agosto: Lago di Neor – Tabriz: passeremo le città di Ardebil e Nir, Sarab e Bostan Abad prima di arrivare al nostro hotel a Tabriz.

27 agosto: Tabriz - uscita frontiera Bazargan. Proseguiremo fino al confine di Bazargan e ingresso in Turchia.

28/29/30/31 agosto: Rientro libero verso Igoumenitsa e possibile traghetto per Ancona – possibile prolungamento del viaggio in maniera autonoma. Itinerario da comunicare. Cene e pernottamenti lungo il percorso saranno prevalentemente in campeggi o in strutture da selezionare.

Conducente + auto propria € 2.350,00

Passeggero auto propria € 1.850,00

Passeggeri veicoli organizzazione € 2.850,00

Supplemento singola € 250,00

ALTRI COSTI

Traghetto Ancona-Igoumenitsa a/r – da quotarsi al momento della prenotazione

Al momento della pubblicazione del programma € 750,00 circa (auto e 2 pax- in cabina)

Documento sostitutivo carnet de passage € 200,00 per veicolo

Visto obbligatorio per IRAN € 105,00 a pax di diritti consolari

Eventuali voli aerei da e per l’Italia, da quotarsi in funzione delle scelte, al momento della prenotazione



LA QUOTA COMPRENDE: (valida per un minimo 12 equipaggi iscritti – 24 pax)

  • Accompagnatori guide italiani al seguito.
  • Camion 4x4 assistenza
  • 2 veicoli 4x4 di guide locali in Iran e un pulmino di appoggio per i tratti su strada.
  • Utilizzo completamente gratuito del telefono satellitare in caso di emergenza
  • Assicurazione medico/bagaglio AXA (o similare)
  • Pasti caldi serali e colazione. Per i soli passeggeri veicoli organizzazione sono compresi anche i pasti di mezzogiorno, dove previsti a bivacco. La cucina Desartica fornirà: COLAZIONE con the, caffè, biscotti, marmellata, Nutella, miele; CENA un piatto caldo (in genere una bella pastasciutta) e qualche verdura… e il dolce! Pertanto, gli equipaggi dei veicoli 4x4 si dovranno organizzare in maniera autonoma per lo spuntino di mezzogiorno! Il servizio cucina viene erogato per i giorni in cui effettivamente si seguono i veicoli Organizzazione. In caso di andata o ritorno in modo autonomo, totale o parziale, ogni equipaggio dovrà provvedere a sé stesso nel periodo e non avrà diritto ad alcuna detrazione. Tavoli, sedie, piatti, bicchieri e posate per i passeggeri veicoli organizzazione
  • Assistenza tecnica (manutenzioni straordinarie e riparazioni impreviste, compatibilmente con il tempo, la gravità del guasto ed i ricambi a disposizione) e logistica per tutto il corso del viaggio con insegnamento delle nozioni di basilari di orientamento e navigazione con uso di bussola e satellitare.
  • Road book completo
  • 5 notti in Iran in hotel 4-5*, in mezza pensione, in camera doppia, dove previsti nel programma
  • 4 cene laddove previste in ristoranti: Kermanshah – Yazd – Isfahan – Tabriz
  • Inviti per procedure richiesta di visto
  • Per i soli passeggeri veicoli organizzazione, traghetto Italia-Grecia a/r in cabina quadrupla


LA QUOTA NON COMPRENDE: Tutto quanto non indicato nei precedenti paragrafi ed in particolare:

  • Carburante proprio mezzo
  • Pedaggi vari
  • Pasti a bordo della nave
  • Tutti i tipi di bevande
  • Tavoli, sedie, piatti, bicchieri e posate per i veicoli 4x4 NON saranno forniti
  • Manutenzione ordinaria dei Vs. veicoli, anche se ci sarà sempre chi vi insegnerà come fare
  • Carta verde obbligatoria – in mancanza si stipula in frontiera
  • Gita guidata facoltativa a Ishafan, con pulmino e guida parlante italiano – Euro 65 a persona. In alternativa visita libera alla Città!
  • Tutti i pernottamenti e i pasti non a bivacco nei due trasferimenti di andata e ritorno in Grecia e Turchia. Generalmente sceglieremo campeggi o strutture turistico ricettive da decidere. I costi dei medesimi dovranno essere regolati in loco, direttamente alle strutture.

Prima di prenotare ricorda di consultare le CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO e COME VIAGGIAMO

ISTRUZIONI PER PRENOTARE

 

Organizzazione tecnica a cura di Desartica S.R.L.,

P.IVA: 08221570966

Autorizzazione nr. 45122 del 24 febbraio 2015 rilasciata dalla Provincia di Milano

Assicurazione responsabilità civile: ALLIANZ Polizza n. 195118

Segreteria organizzativa: Tel. (+39) 345 4128701

Informazioni tecniche: Tel. (+39) 393 9753329 Eugenio

e-mail: info@desartica.com